December22

Montaggio/Smontaggio/Autocostruzione

img1_Senza titolo-1L’EPA ha da poco annunciato i vincitori del terzo Lifecycle Building Challenge. La competizione, aperta a architetti, ingegneri, costruttori, esperti di riuso, docenti e studenti, raccoglie idee innovative nel campo del green building: progetti che possano aiutare a ridurre l’impatto ambientale e il consumo energetico, e che possano facilitare e anticipare i cambiamenti futuri.

Per quanto anche quest’anno la modularità, indagata soprattutto in termini di disassemblaggio e flessibilità, sia stata sfruttata come soluzione in molti dei progetti vincitori, preferisco citare un esempio relativo all’anno passato, forse più emblematico: Tripod, del Carnegie Mellon Solar Decathlon Team (Pittsburg).

Tripod è una casa prototipo che apre la strada a una nuova visione di un alloggio industriale come quello del prefabbricato. Tripod sfrutta infatti il concetto di derivazione informatica del Plug and Play: la costruzione è costituita da un ” core” meccanico centrale che contiene in sè tutti gli impianti necessari per servire la casa e che può essere istallato in una sola ora, cioè a una velocità tale da permette di ridurre i consumi energetici necessari invece per assemblare una tradizionale casa prefabbricata.

Il “core” è in grado di accetare diversi “pods”, modelli e parte prefabbricate, come cucina, spazi comuni e camere da letto grazie a delle connessioni strutturali che sono facilmente e velocemente estraibili; le loro giunture inoltre sono sigillate per concedere un facile smontaggio, un riutilizzo senza danneggiamento dei pannelli e un eventuale riciclo, la cui necessità è peraltro ridotta dal concetto stesso del Plug and Play.

Questo design modulare permette quindi agli immobili di cambiare e scambiare i loro interni, aggiungendo e sottraendo parti e ambienti per soddisfare le diverse esigenze nel corso del tempo, aumentando il ciclo vita del prefabbricato. Il team di progettazione ha inoltre previsto una rete web per i proprietari di queste case, attraverso la quale sarà possibile lo scambio modulare delle parti direttamente organizzati dagli stessi proprietari.

  • Posted by Regenesi
  • 1 Tags
  • 0 Comments

Vota il post 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (No Vote)
Loading...

CATEGORIES Blog