April12

la Bellezza e il Lavoro

silkworm_leaf“Noi siamo minuscoli bachi che strisciano su una piccola foglia tra i rami di un albero gigantesco. Alcuni uomini, i più coraggiosi, raggiungono il limite della foglia. Di là, spingono lo sguardo nel caos. Tremando, si chiedono quale spaventoso abisso si stenda davanti.

In distanza, sentono il rumore delle altre foglie del colossale albero. Sentono la linfa che per il tronco sale verso la loro foglia. Con il cuore gonfio, curvi sopra il baratro, tremano di paura nel corpo e nell’anima. Da quel momento comincia il pericolo.

Alcuni soffrono di vertigine e delirano; altri, pieni di paura cercano di trovare una risposta per tranquillizzare il proprio cuore e dicono: “Dio!”. Altri ancora, dal margine della foglia, guardano con coraggiosa calma il precipizio e dicono: Mi piace” …. Queste parole tratte da Zorba il Greco scritto da Nikos Kazantzakis mi sembrano descrivano al meglio la situazione di coloro che cercano nel luogo di lavoro i limiti propri e dell’organizzazione per cui lavorano.

Coloro che interpretano il lavoro, luogo storicamente di fatiche fisiche e attività ripetitive ed alienanti, come luogo in cui cercare nuovi significati, individuare nuovi progetti e trovare nuovi stimoli. Quando il senso di sfida, individuale e collettiva, prevale sulla voglia di rimanere nella nostra “comfort zone” … allora possiamo cercare la bellezza nel luogo di lavoro.

  • Posted by Regenesi
  • 1 Tags
  • 0 Comments

Vota il post 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (No Vote)
Loading...

CATEGORIES Blog Redazione