March21

Prodotti green: quanto sono disposti a spendere i consumatori?

I consumatori sono sempre più attenti alla sostenibilità e fanno acquisti sempre più eco-sostenibili. A dichiararlo è l’indagine condotta nel 2016 da Digimind, azienda che si occupa di social media monitoring e di analisi dei comportamenti online. In particolare, i consumatori italiani sarebbero più attenti alle etichette quando si parla di:
 

• Alimentazione (59%)
• Moda (9%)
• Bellezza (6%)

 
L’ indagine ha infatti dimostrato che i consumatori si preoccupano maggiormente della sostenibilità dei prodotti che influiscono sulla loro vita quotidiana (cibo, abbigliamento, cosmetici). Non sorprende il dato inerente l’alimentazione. I comportamenti di spesa dei consumatori hanno difatti subito una notevole trasformazione soprattutto a causa della diffusione di tendenze vegan e abitudini alimentari rispettose dell’ambiente.
 
Interessanti sono i dati che attestano l’attenzione sempre crescente dei consumatori per i temi di moda etica e bellezza sostenibile a testimonianza del fatto che aumenta, tra la popolazione, la tendenza al riuso, al riutilizzo, e al riciclo. Sempre maggiore è il numero di persone che si interroga sulla provenienza non solo di quello che mangia, ma anche di quello che indossa e pensa in ottica di economia circolare anche quando si veste.
 
Lo stesso studio ha poi rilevato come anche le conversazioni social siano sempre più green: vegan, Made In Italy ed eco-compatibilità risultano essere le tematiche più discusse all’interno delle comunità virtuali italiane nel corso del 2016.

 

Prodotti sostenibili: il 52% dei consumatori è disposto a spendere di più

Dire che la sostenibilità batte la convenienza come criterio di scelta di acquisto dei consumatori è ancora azzardato. Tuttavia, la percentuale dei consumatori disposta spendere di più per prodotti sostenibili è in sensibile crescita. Attualmente il 52% dei consumatori italiani dichiara  di essere disposto a pagare un prezzo premium per un prodotto che rispetta l’ambiente. Percentuale che nel 2014 superava di poco il 40%.
 
A fronte di questi dati diventa fondamentale, per le aziende, ottenere visibilità green, costruire una reputazione eco-sostenibile ed intervenire sul proprio modello di business. L’economia circolare non è più una scelta, ma una questione di tempo…e più della metà dei consumatori lo sa!
 
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Ricevine altri iscrivendoti alla nostra Newsletter

Please wait...

  • Posted by Regenesi
  • 3 Tags
  • 0 Comments

Vota il post 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (No Vote)
Loading...