April20

Economia circolare in pillole | N°4 Horizon 2020 e i finanziamenti all’innovazione

Un sistema economico pensato per rigenerarsi da solo che si sostituisce all’impostazione lineare sino ad oggi adottata. Così potrebbe essere brevemente descritta l’essenza dell’economia circolare, una transazione strutturale che apporterà cambiamenti economici,  ambientali e culturali lungo l’intera catena del valore.
 
Pilastro di questo importante cambiamento sarà l’innovazione in tutte le sue forme. Innovazione intesa come eco-progettazione, come ricerca di nuovi materiali ed impiego di materie prime secondarie, come adozione di modelli imprenditoriali innovativi, come nuove frontiere tecnologiche da raggiungere nel campo della produzione, ma anche come nuovi metodi di riciclo o recupero dei propri scarti industriali.
 
È all’interno di questo contesto che si inserisce Horizon 2020, il programma europeo che supporta la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo delle PMI  e rappresenta un quadro di riferimento per i finanziamenti ad essi connessi.
 
Tre sono i pilastri su cui si focalizza Horizon 2020:
 
• l’ eccellenza scientifica volta ad estendere la base scientifica dell’ Unione Europea tramite finanziamenti alle ricerche collaborative che mirano alla circolazione di nuove idee e processi know-how all’interno dell’Unione.
 
• la leadership industriale volta a sostenere l’innovazione e l’internazionalizzazione delle PMI
 
• le sfide per la società che affrontano le grandi questioni sociali al centro di numerosi dibattiti come la sicurezza alimentare, l’energia pulita o i trasporti intelligenti
 

I destinatari e le opportunità di finanziamento

Un progetto che valorizza l’innovazione e dispone di circa 80 miliardi di euro per 7 anni (2014-2020) rivolto alle imprese, alle industrie ma anche alle università, agli enti di ricerca, enti pubblici regionali o nazionali che potranno presentare un’iniziativa (tramite il portale partecipanti) che verrà poi valutata da una commissione di esperti. Per i progetti di ricerca e sviluppo la quota di contributo UE può raggiungere il 100% del totale dei costi, per i progetti di innovazione il 70%.
 
Un impulso alla ricerca e all’innovazione che passa inevitabilmente dall’economia circolare!
 
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Ricevine altri iscrivendoti alla nostra Newsletter

Please wait...

  • Posted by Regenesi
  • 3 Tags
  • 0 Comments

Vota il post 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (No Vote)
Loading...