August29

Economia circolare in pillole N°8 |Vi introduciamo l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile

La cura per l’ambiente è un tema attuale e sempre più di grande rilevanza. Tale importanza deriva ovviamente dalla sua immensità, infatti sono innumerevoli le aree su cui è possibile intervenire per preservarlo e l’economia circolare, da noi tanto amata, è solo una di queste.

Queste aree trovano la loro sintesi nella sostenibilità: una tematica dinamica e ampia, che racchiude le sfere influenti sul benessere ambientale, sulla società e sull’economia ed è stata posta al centro dell’ultimo G7, dove tutti i paesi partecipanti hanno ribadito il loro impegno e accordo nel perseguire le linee guida dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, già approvata nel 2015.

L’Agenda 2030 prevede un piano d’azione che coinvolge diverse tematiche: persone, pace, pianeta, prosperità e partnership.

Persone: ciò significa azzerare la povertà e eliminare i divari territoriali, garantire lo sviluppo del potenziale umano, promuovere la salute e
il benessere.
Pianeta: l’agenda mira all’arresto della perdita di biodiversità e alla custodia dei paesaggi garantendo una gestione sostenibile delle risorse
naturali.
Prosperità: questa area è incentrata su obiettivi quali il finanziamento e la promozione di ricerca e innovazione, piena occupazione e formazione
di qualità, decarbonizzazione dell’economia e affermazione di modelli sostenibili di produzione e consumo.
Pace: elenca gli obiettivi da perseguire al fine di promuovere una società non violenta e discriminante, ma basata sulla legalità e sulla
giustizia.
Partnership: delinea i fini che ogni settore parte dell’economia italiana dovrà impegnarsi a realizzare. Per quanto attiene le aziende, l’Agenda
vuole “favorire forme innovative di collaborazione tra il settore privato profit e non profit, con particolare riferimento alle Organizzazioni
della Società Civile presenti nei Paesi partner, ai fini dello sviluppo dell’imprenditoria a livello locale con l’obiettivo di contribuire alla
lotta alla povertà attraverso la creazione di lavoro e la crescita economica”.
 
 

Ti è piaciuto questo articolo?

Ricevine altri iscrivendoti alla nostra Newsletter

Please wait...

  • Posted by Regenesi
  • 3 Tags
  • 0 Comments

Vota il post 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (No Vote)
Loading...