N.36 | Vuoi cambiare il mondo? E nella tua azienda da dove inizi?

May 21, 2020

N.36 | Do you want to change the world? And where do you start in your company?

Una delle domande chiave che accompagna ogni cambiamento è da dove cominciare.
Qualche anno fa ebbe un certo successo il video dell’Ammiraglio Statunitense William Harry McRaven che parlando agli studenti dell’University of Texas ammise che poteva sembrare ridicolo ma che il consiglio chiave che dava fosse “se vuoi davvero cambiare il mondo, inizia rifacendo il tuo letto”.

È ovvio che ci piacerebbe che tutti all’unisono (persone, aziende, istituzioni) cambiassimo comportamenti e regole contestualmente, per cambiare “sul serio”. L’esperienza insegna che quello che avviene in un processo complesso di adattamento in cui a volte il cambiamento “parte dall’alto” per cercare di favorire o obbligare comportamenti diversi (pensiamo a quello che è successo in occasione del COVID 19, in pochi giorni siamo collettivamente stati obbligati a cambiare radicalmente comportamenti radicati); viceversa, altre volte il cambiamento “emerge dal basso”, dalle persone. In questo caso le persone, prima poche e poi sempre di più, cambiano valori e comportamenti, e solo successivamente si cambiano le regole.

Il tema si ripropone in Azienda; come cambiare il nostro modo di lavorare per introdurre pratiche di economia circolare? Partiamo informando le persone? Formandole? Ordinando di seguire una nuova procedura? Assegnando la responsabilità su questo tema o introducendo un nuovo ruolo organizzativo?

Ovviamente non esiste un’unica ricetta valida per ogni contesto, quello che noi di Regenesi proponiamo è di farlo succedere. Partendo dai processi di lavoro in essere, analizzando gli scarti e proponendo nuovi prodotti (che possono essere venduti a loro volta od utilizzati come strumenti di comunicazione). Noi proponiamo anche una serie di interventi di moda e design sostenibile “chiavi in mano” o “congiunti” per arrivare ad un risultato concreto.

L’azienda industriale può così dotarsi di omaggi aziendali che nascono dalla rigenerazione di propri scarti, e l’azienda di moda di una nuova linea di accessori sostenibili (iniziando a valutare concretamente se e come riorientare i propri processi produttivi); il negozio può arricchire la propria offerta con un prodotto unico in termini di stile, innovazione ed eco-sostenibilità.

La domanda rimane quindi, vuoi aspettare che qualcuno ti obblighi ad introdurre l’economia circolare nei tuoi processi o vuoi iniziare la giornata rifacendoti il letto? Noi di Regenesi siamo pronti!