0

Il tuo carrello è vuoto

REGENESI, AMBASCIATORE DEL DESIGN ECO-SOSTENIBILE A BERLINO PER EUROPEAN SUSTAINABLE DEVELOPMENT WEEK

June 06, 2019

REGENESI, AMBASSADOR OF MADE IN ITALY ECO- SUSTAINABLE DESIGN IN BERLIN FOR EUROPEAN SUSTAINABLE DEVELOPMENT WEEK

EUROPEAN SUSTAINABLE DEVELOPMENT WEEK: REGENESI, BRAND ITALIANO LEADER DEL POST CONSUMER LUXURY, SI FA AMBASCIATORE DEL DESIGN ECO-SOSTENIBILE MADE IN ITALY A BERLINO E PORTAVOCE DELL’ECONOMIA CIRCOLARE NEL MONDO
#REGENESI #SUSTAINABILITY #CIRCULARECONOMY 

A poco più di dieci giorni di distanza dalla premiazione quale “Best Performer dell’Economia Circolare 2019” nella categoria PMI,Regenesi è di nuovo tra i protagonisti del design sostenibile made in Italy, questa volta in Germania, esattamente a Berlino, in occasione dellaEuropean Sustainable Development week.
La sette giorni non stop che vede coinvolte 23 Ambasciate con sede a Berlino, rappresentative di altrettanti paesi presenti nel mondo e sensibili ai temi della sostenibilità ambientale. 

Berlino, 29 maggio 2019 – Sotto la regia magistrale di Luisa Bocchietto, architetto di fama internazionale e Presidente dell'Organizzazione Mondiale del Design - Regenesi tiene alta la bandiera italiana e del Made in Italy anche a Berlino. In occasione dell’incontro d’apertura presso l’Ambasciata italiana, successivo alla presentazione presso quella tedesca, Regenesi è tra i protagonisti di una mostra collettiva creata ad hoc per rendere concrete le politiche di economica circolare, di cui è protagonista dal 2008.

"La sostenibilità - spiega Luisa Bocchietto - diventa oggi criterio fondamentale per la qualità del design; sostenibilità applicata dalla progettazione del prodotto fino all’intero processo produttivo e distributivo. Gli interventi previsti dalla conferenza e i prodotti che saranno esposti in mostra all’Ambasciata hanno l’obiettivo di esplorare le diverse applicazioni di questo principio, che sarà determinante per il nostro futuro".

Allestita in occasione dell’evento, una mostra funzionale, attraverso alcuni esempi concreti, ed evocativa dei diversi approcci alla sostenibilità nel campo del design italiano. In esposizione oggetti iconici di design industriale come la sedia "Frida" di Odo Fioravanti e la lampada "Sampei" di Enzo Calabrese e Davide Groppi, realizzati con componenti volti a limitare l'impatto ambientale, entrambi vincitori del prestigioso Compasso d'Oro ADI Award.

La mostra è altresì arricchita dalle esperienze di tre progetti innovativi nel panorama del design italiano, che hanno fatto della sostenibilità la premessa della propria esistenza e del proprio percorso. Si tratta di: Cyrcus, la piattaforma di interazione digitale, ideata dal designer Denis Santachiara, che riduce la catena produttiva e distributiva dalla progettazione al consumo attraverso lo stampaggio 3D; Regenesi, azienda italiana specializzata nella rigenerazione di materiali di post- consumo trasformandoli in oggetti e accessori moda dal design innovativo e completamente sostenibile, creata dall'imprenditrice Maria Silvia Pazzi; Milano Makers, associazione presieduta da Cesare Castelli, che esplora e promuove le opportunità di autoproduzione. 

Per l’occasione sono in mostra i prodotti più iconici di Regenesi, che meglio rappresentano il suo stile fatto di cura per il design e materiali innovativi, la perfetta metamorfosi di ciò che prima era scarto post-consumo poi oggetto di lusso. Ecco le collezioni esposte:

Alutable, i piatti realizzati in alluminio, proveniente dalle lattine, e disegnati da Denis Santachiara così come il sottopentola Sole della linea Cosmo, sempre in alluminio rigenerato, questa volta proveniente dalle auto rottamate.

DesKoffiSet, set da scrivania disegnato da Giulio Iacchetti e realizzato grazie alla rigenerazione dei pannelli interni dei frigoriferi e progettato con la tecnica dell’incastro vivo, per essere facilmente scomponibile.

Infine, il mondo degli oggetti nati dalla pelle rigenerata, interpretati da Matali Crasset nella linea o-Re-gami, oggetti poetici che alla funzionalità uniscono il romanticismo degli origami. Così come CUP, il centrotavola al 100% di vera pelle rigenerata, costituita da materie prime naturali e rinnovabili e Vimono, un portabottiglie in pelle rigenerata, apribile e quindi facilmente riponibile in poco spazio, frutto della creatività di Setsu & Shinobu Ito.

Oggetti di design dallo stile senza tempo, realizzati con materie prime rigenerate e rigenerabili in futuro attraverso processi innovativi e tecniche all'avanguardia, che assicurano alti standard qualitativi nel rispetto dell’ambiente.

“Questa esposizione -conclude Maria Silvia Pazzi, fondatrice nonché CEO di Regenesi srl- conferma e rinnova l’impegno di REGENESI sui temi della progettazione e sviluppo di oggetti di design sostenibili. A undici anni di distanza dalla nascita del nostro brand, contiamo collaborazioni con designer noti a livello internazionale in tre differenti settori: accessori moda, oggettistica per la casa e per l’ufficio. Tutto con materiali riciclati al 100% e a loro volta riciclabili. Perché gli oggetti non vivono una sola volta”.

Regenesi, il bello è sostenibile.
Questa è Regenesi, l’azienda, premiata Best Performer dell’Economia Circolare 2019 nella categoria PMI, che si dedica alla rigenerazione di materiali di post-consumo trasformandoli in oggetti e accessori moda dal design innovativo e completamente sostenibile. Nata grazie a un’idea dell’imprenditrice Maria Silvia Pazzi, l’azienda rappresenta oggi un’eccellenza del Made In Italy nella produzione di accessori moda e oggetti per la casa e l’ufficio interamente realizzati con materiali di scarto industriale, a cui Regenesi dona una nuova vita. Nascono così linee di prodotto firmate da designer internazionali e basate su un ciclo virtuoso di produzione che trasforma i rifiuti in bellezza, unendo stile, funzionalità e design sostenibile. Con sede a Bologna, Regenesi commercializza i suoi prodotti tramite lo store on-line www.regenesi.com e presso una rete selezionata di negozi nel mondo.

Contatti stampa:
C LIKE: Caterina D. Mansueto
caterina@c-like.it - 349 8649069 

Scarica il comunicato stampa